· 

La Campania regina dei fuochi d’artificio. Prima nella classifica per la produzione

Di Redazione Costiera amalfinotizie.it

L’estate è ricca di eventi, sagre e manifestazioni che generalmente in chiusura di serata propongono uno spettacolo pirotecnico più o meno articolato. La Campania è una delle regioni con il cartellone di appuntamenti più fitto d’Italia.

Nella speciale graduatoria di produzione di fuochi d’artificio, la Campania è al primo posto, seguita da Sicilia e Abbruzzo. Il primato riguarda le attività che si occupano della creazioni degli spettacoli pirotecnici.

In Campania ci sono circa 70 imprese che si occupano di fuochi d’artificio, nella fattispecie Napoli ha 25 imprese di fabbricazione, Caserta 20 e Salerno 14 su 184 nazionali. Una percentuale abbastanza alta, in considerazione del totale che riguarda tutta Italia, si tratta infatti di circa il 38% del totale.

Seguono in questa particolarissima classifica la Sicilia con 28 imprese con Catania e Messina che possono contare su 11 ciascuna e l’Abruzzo con 20 aziende in tutta la regione.

Situazione leggermente differente se si considerano anche le imprese che organizzano attività di intrattenimento varie, tra cui spettacoli viaggianti, giostre e allestimento di spettacoli pirotecnici, è la Lombardia a balzare in testa con 1.143 attività in totale, seguita da Campania e Lazio con oltre mille.

Per quanto riguarda le province la prima in classifica è Roma con 841 imprese, seguita da Napoli con 509, Milano con 417 e Torino con 298. I dati sono stati forniti da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese al primo trimestre 2017.

La tradizione dei fuochi d’artificio è molto sentita in Campania è il modo preferito per chiudere gran parte degli eventi, che siano questi sagre, manifestazioni gastronomiche o semplici feste private e la graduatoria sopraelencata ne è la dimostrazione.

Scrivi commento

Commenti: 0